postimg
Feb 2018 20

Estrarre un pilota da una macchina da corsa a seguito di un incidente è un’area cruciale per la sicurezza. Stabilizzare e immobilizzare il pilota è fondamentale per prevenire ulteriori lesioni, ma le abilità per farlo devono essere apprese e praticate. Questo è il motivo per cui l’Istituto FIA, con il supporto della Fondazione FIA, ha tenuto corsi di estradizione e fornito supporto per tutto il 2014. A gennaio, nel circuito di Le Mans, nel nord della Francia, oltre 20 squadre di estrazione piloti provenienti da tutto il mondo, compreso Medici in Pista e Croce Rossa Italiana si sono riunite per un corso di formazione specialistico organizzato dall’Istituto FIA insieme alla Fédération Française du Sport Automobile (FFSA).

Hanno incluso squadre provenienti dalla Spagna, dal Regno Unito, dal Belgio, dal Portogallo, dall’Italia, dall’Olanda e dalla Germania, nonché delegati dal resto del mondo per osservare la formazione, con rappresentanti di tutto il Giappone, Argentina, Australia, Stati Uniti, Canada e Sud Africa. Questo meeting non era solo per sviluppare nuove competenze, ma anche per imparare gli uni dagli altri, assicurando che le migliori pratiche di estricazione venissero utilizzate in tutto il mondo. Il corso di estricazione è stato sviluppato negli ultimi due anni dal Dr. Jean-Jacques Issermann e dal Medical Advisor del FIA Institute Dr. Paul Trafford, insieme a tutti i delegati della FIA Medical.

L’evento di formazione di due giorni a Le Mans ha permesso ai team di estrazione di familiarizzarsi con le ultime conoscenze, tecniche e attrezzature sotto la guida di esperti. Sono state fornite diverse risorse di addestramento per aiutare i partecipanti, tra cui il TS030 Hybrid Le Mans Challenger di Toyota, due chassis GP2 forniti dal team DAMS e il nuovo simulatore di estricazione F1 del FIA Institute. Tutti i team di estrazione sono stati in grado di familiarizzare con una varietà di macchinari e metodi per estrarre un conducente colpito dal loro veicolo.

Il professor Gerard Saillant, presidente della FIA Institute, ha dichiarato: “L’estradizione nello sport motorio è una pratica medica che richiede un insieme molto specifico di abilità e il suo esercizio è qualcosa che la comunità dei medici motoristici ha perfezionato per molti anni”. Ai campionati della FIA, in caso di incidente, una Medical Car arriverà per primo sulla scena ed effettuerà una valutazione iniziale. All’arrivo dell’unità di estricazione, il medico di bordo informa il capo della squadra di estricazione sulla situazione e insieme determinano una strategia di estricazione. Il team di estricazione interviene quindi e compie una procedura concordata, aggiornando il medico su eventuali modifiche allo status della vittima.

La pratica è fondamentale per un team di estricazione per essere efficace. Il training, come quello di Le Mans, aiuta i team medici a prepararsi per le gare e forniscono un forum per la diffusione delle conoscenze sull’estricazione. Ulteriore aiuto è stato fornito dallo sviluppo di un simulatore, finanziato dal Fondo per lo sviluppo della sicurezza degli sport motoristici della FIA Foundation. Costruito in fibra di vetro, il simulatore è una replica di una vettura di Formula Uno, appena dietro l’autista fino al nosecone. Contiene tutto ciò che ti aspetteresti in una moderna vettura di Formula 1, incluso un sedile estraibile rimovibile, e offre la possibilità ai team di pista di allenarsi prima di un evento e senza preoccuparsi di danneggiare le auto reali. I simulatori sono stati inviati ai circuiti di tutto il mondo per esercitarsi e allenarsi, compresi i locali pronti ad ospitare un weekend di Formula Uno. Il giovedì prima di ogni weekend di gara di Formula Uno, i Team di Estricazione effettuano una sessione di pratica ufficiale sulle vetture di F1. Con i nuovi simulatori di estricazione i team possono allenarsi tutto l’anno con un telaio identico a quello utilizzato dai team di F1, garantendo che i team siano preparati al meglio.